Il magnesio aiuta il sonno? Risponde la medicina

Il magnesio è un elemento chimico è un metallo. Il suo simbolo nella tavola periodica è “Mg” e il suo numero atomico è 12. Si tratta di un elemento molto abbondante nel nostro corpo ed è anche essenziale per tutti i tessuti e le cellule. E’ anche il costituente di vari enzimi, fondamentali per il nostro organismo. Questi enzimi e queste molecole che contengono magnesio costituiscono lo scheletro, intervengono nella regolazione degli stimoli nervosi e muscolari e nella trasmissione sinaptica.

Il contenuto di magnesio nel corpo umano è di oltre 20 grammi. Il magnesio, combinato ad altri minerali come il calcio e il fosforo, è un costituente essenziale del tessuto osseo. Un quantitativo minore, invece, è localizzato nei liquidi intracellulari e nel plasma sanguigno.

Il magnesio è utilizzato anche nelle industrie farmacologiche per la produzioni di lassativi, antiacidi, stabilizzanti di anomalie nervose.

Dove si trova il magnesio?

Alcuni alimenti sono ottime fonti di magnesio in particolar modo i vegetali, i semi oleosi, i legumi. Manifestare una carenza di magnesio, non è una situazione molto frequente, specialmente quando si tratta di persone sane e quando si segue una dieta equilibrata. In generale è più probabile che si manifestino delle carenze di questo minerale in persone che presentano una sudorazione accentuata, dissenteria grave e patologie che riguardano i reni o comunque persone più anziane.

Una carenza di magnesio si manifesta con dei sintomi che sono: crampi muscolari, debolezza, affaticamento e astenia.

Quando ci si trova in situazioni di carenza gravi di magnesio, sarebbe consigliato assumere degli integratori alimentari a base di questo minerale, in associazione, ovviamente, con un’alimentazione sana ed equilibrata, sempre dopo aver consultato un medico di fiducia. Esistono moltissimi tipi di integratori alimentari a base di magnesio.

Insonnia

L’insonnia è un disturbo del sonno molto frequente tra le persone. Essa si manifesta con l’incapacità di dormire nonostante ci sia un bisogno fisiologico. E’ possibile fare una distinzione tra tre tipi di insonnia:

  1. insonnia iniziale: difficoltà a cominciare il sonno;
  2. insonnia intermittente o centrale o lacunare: è quella caratterizzata da frequenti risvegli durante la notte;
  3. insonnia terminale: è quella caratterizzata da un risveglio precoce, ci si sveglia e non si riesce a riprendere il sonno.

L’insonnia, a lungo andare, può diventare un disturbo cronico, e le conseguenze sono diverse. Quando non si dorme abbastanza o non si dorme bene si manifestano difficoltà di concentrazione, la memoria tende a manifestare dei problemi, senso di stanchezza e anche disturbi che possono avere un impatto a livello fisico.

Cause dell’insonnia

Le cause dell’insonnia possono essere svariate, impegni che si accumulano, molto lavoro, preoccupazioni familiari, stress, tutti questi fattori possono essere sicuramente delle cause dell’insonnia.

Tra queste lo stress è sicuramente la causa principale dell’insonnia, ma anche l’ansia può influire in modo negativo sul nostro corpo impossibilitando il nostro sonno.

Stanchezza, irritabilità, difficoltà di apprendimento sono solo una parte delle conseguenze che una notte senza sonno può provocare.

Il magnesio favorisce il sonno?

La risposta è si! Il magnesio è un minerale fondamentale per garantire il sonno.

Affinché ci si possa addormentare, è necessario che il corpo e il cervello si rilassino. Il magnesio aiuta a stimolare questo processo di rilassamento. Il magnesio regola i neurotrasmettitori che inviano i segnali in tutto il sistema nervoso e al cervello. Inoltre, esso regola la produzione della melatonina, un ormone che regola il ciclo sonno-veglia. Il magnesio può aiutare a preparare il corpo e la mente per il sonno.