Cosa succede a chi mangia orzo ogni giorno? Ecco la risposta

L’orzo è una pianta annuale che appartiene alla famiglia delle Graminaceae. E’ un cereale  originario dell’Asia. Nonostante sia tipico asiatico, oggigiorno nel nostro Paese è ampiamente coltivato, si tratta di una pianta che si adatta molto bene a climi differenti, per cui è molto semplice coltivarlo in ogni zona. A differenza di tanti altri cereali matura molto velocemente, per cui è molto disponibile durante l’anno.

Tipologie di orzo

In commercio è possibile trovare tre tipi di orzo, ovviamente presenteranno delle differenze tra loro e dovranno anche essere cotti per un tempo differente.

La tipologia meno raffinata, dunque più ricca di fibre e nutrienti è l’orzo integrale, ha un colore scuro e mantiene intatte tutte le sue proprietà. La sua cottura, però, è molto lunga.

L’orzo decorticato, invece, è la tipologia che viene sottoposta ad una parziale raffinazione, mantiene una parte delle fibre, ma una parte è persa. In questo caso il tempo di cottura è inferiore rispetto all’integrale.

Infine, abbiamo l’orzo perlato, che è quello che è stato raffinato completamente. In questo caso gran parte dei nutrienti e della fibra vengono persi, per cui i benefici apportati sono decisamente inferiori rispetto alle altre due tipologie. In questo caso il tempo di cottura è decisamente inferiore.

Per cosa è utilizzato l’orzo?

L’orzo in grani è molto spesso utilizzato in cucina per la preparazione di zuppe, insalate, orzotti, si adatta molto bene a varie ricette, basta essere fantasiosi. Inoltre, altri utilizzi prevedono la sua riduzione in farina che può essere poi utilizzata per produrre la pasta, il pane, la pizza, o in generale prodotti da forno e anche dolci. In ultimo la bevanda a base di orzo è il surrogato più noto del caffè. Il malto d’orzo è un ingrediente molto utilizzato per la preparazione di bevande alcoliche, soprattutto è utilizzato per birra e whisky.

Caratteristiche nutrizionali

L’orzo è un cereale che apporta circa 350 Kcal per ogni 100 grammi di prodotto consumato, pesato crudo. Come tutti gli altri cereali, i costituenti principali sono sicuramente i carboidrati, mentre i grassi sono molto pochi. E’ notevole anche il quantitativo di fibre contenute che sono molto utili per favorire il transito intestinale.

Oltre ai carboidrati, l’orzo, contiene anche vitamine e sali minerali, ovviamente questi composti tendono a diminuire quanto più e spinta la raffinazione. L’orzo integrale è quello che mantiene intatti tutti i suoi costituenti e di conseguenza restano intatte tutte le sue proprietà benefiche. Tra i minerali quelli più rappresentati sono il fosforo e il potassio, mentre tra le vitamine spiccano quelle del gruppo B.

Benefici

I benefici apportati dall’orzo sono da attribuire alla presenza della fibra, ma anche grazie alla presenza di vitamine e minerali.

  • Promuove la salute del cuore

Questa proprietà è dovuta all’azione della vitamina B1 e della niacina, che riducono i livelli di colesterolo cattivo. A queste vitamine si aggiungono i betaglucani, che sono delle fibre solubili che ostacolano l’assorbimento del colesterolo. Il consumo d’orzo previene la formazione delle placche aterosclerotiche.

  • Previene la stipsi e protegge l’intestino

La presenza di fibre nell’orzo favorisce il transito intestinale, contrastando la stitichezza,  inoltre, è in grado di depurare l’organismo dalle tossine che si accumulano.

  • Stimola la digestione

L’orzo stimola la produzione dei succhi gastrici che sono necessari per la digestione.

  • Previene la formazione dei calcoli biliari

Anche in questo caso bisogna attribuire questa proprietà alle fibre presenti nell’orzo, che riducono la secrezione di acidi biliari e di conseguenza è ridotto anche il rischio che si formino calcoli biliari.

  •  Rinforza capelli e unghie

Questa proprietà dell’orzo è da attribuire alla presenza di acido silicico, che rende più forti i capelli e le unghie.

  • Ottimo per le ossa

L’orzo svolge un’ottima azione remineralizzante per le ossa grazie al contenuto di fosforo che favorisce la salute di ossa e denti.

Conclusioni

Mangiare orzo ogni giorno, non dovrebbe apportare alcun effetto negativo alla nostra salute, ovviamente ci teniamo a specificare che come per tutti gli altri alimenti, un abuso a lungo andare determina delle controindicazioni. Quindi, per usufruire al meglio di tutti i benefici di cui è dotato l’orzo, si consiglia di consumarlo in quantitativo moderato, e senza esagerare nella frequenza di utilizzo.