Quanta birra si può bere al giorno per non stare male? Ecco la risposta

Quanta birra si può bere al giorno per non stare male? Ecco la risposta

La birra è una bevanda alcolica molto utilizzata, tra l’altro, bevuta nelle giuste quantità ti consente di trarre molti benefici. Vediamo quanta puoi berne per evitare di stare male 

Quanta birra bere ogni giorno?

La birra può essere consumata con moderazione nel limite di due o tre bicchieri al giorno. Devi tener presente che si tratta di una bevanda alcolica dove anche le calorie hanno la loro rilevanza: quella al doppio malto ne ha il doppio rispetto ad una birra normale. 

Un consumo attento può darti i giusti benefici per la salute incidendo positivamente, in maniera significativa, sui rischi delle malattie coronariche e cardiovascolari. Bere un bicchiere di birra al giorno permette di prevenire questi problemi tanto quanto consigliato è l’esercizio fisico e una sana alimentazione. Apprezzata da tempo in tutto il mondo, vanta una lunga tradizione che l’ha portata anche ad essere rivisitata nel corso del tempo con la realizzazione anche della birra ipocalorica. 

Il malto, è l’ingrediente fondamentale per la preparazione della birra, dovrebbe essere biologico per essere garanzia di una bevanda di alta qualità. La tracciabilità permette di identificare alcune caratteristiche del frumento che possono incidere sul gusto della birra stessa. Ricca di luppolo, ha dimostrato come previene l’aumento dell’omocisteina che può provocare infarto. Contiene molto silicio che garantisce la corretta crescita e sviluppo delle ossa. Che la birra metta allegria non è solo una frase fatta perché contiene vitamina B12 che è detta del buon umore. 

Se ne bevi la quantità giusta puoi combattere l’ulcera allo stomaco e diminuire il rischio di avere il morbo di Parkinson. Le fibre solubili hanno la quantità giusta per soddisfare il 10% delle tue necessità giornaliere. Ogni 100 ml assumi 43 calorie che in realtà non sono molte ma, se tu aumentassi le dosi, il rischio di ingrassare a causa della birra sarebbero concrete. 

Come gustare la birra 

La birra solitamente la consumi a casa oppure nei locali, ovviamente con modalità diverse. A casa l’acquisti già confezionata in bottiglia o lattina, mentre nei locali, puoi chiederla spillata. Deve essere conservata ad una temperatura che non supera i 20 gradi e sempre in posizione verticale. Meglio non esporla alla luce così da rallentarne l’invecchiamento. Sulle lattine e sulle bottiglie è sempre riportata la data di scadenza entro la quale è bene consumare la bevanda. Quella nei fusti, dopo 48 ore dall’apertura, inizia ad ossidarsi. 

La birra deve essere servita in un bicchiere che possa avere la giusta capienza per contenere anche la schiuma. Quella a bassa fermentazione va servita in un bicchiere stretto e lungo mentre, quella ad alta fermentazione, ampio e largo. Deve esserci sempre la schiuma perché evita l’ossidazione lasciando inalterati gli aromi. Oggi sono molto richieste le birre artigianali che permettono di riscoprire un sapore autentico e originale secondo la tradizione e senza l’aggiunta di conservanti. Si contrappongono a quelle industriali dove, invece, il procedimento di produzione prevede sempre la pastorizzazione e la filtrazione.