Nunzia Carrozza:la musica è salvezza, forza, verità!


 Pianista laureata in conservatorio e cantautrice, si forma in tecnica vocale moderna con la vocal coach Cristina Florio. Collabora sia come turnista (piano&tastiere) che come vocalist con diversi artisti, e ottiene riconoscimenti e vittorie come cantautrice in importanti rassegne nazionali (Giffoni film festival, Premio Pigro Ivan Graziani, Sono un’isola-Premio Bianca d’Aponte, Musicultura, Botteghe d’autore, premio Fabrizio De André).

                                                                     Quali sono stati i tuoi primi passi nel mondo della musica? Raccontaceli.            Ho iniziato timidamente a mostrare il mio interesse per la musica in terza elementare. La mia maestra
d’italiano intuì la mia propensione, e mi suggerì di studiare musica da sua figlia, Maria Simone, una splendida cantante lirica. Dopo un po’ lei mi suggerì di proseguire gli studi di pianoforte dal maestro Loredana Giaquinto, e di canto pop da Cristina Florio. La musica mi ha permesso di sostenermi da giovanissima e di guadagnare i primi soldi. Grazie a lei ho avuto la fortuna di conoscere Fausto Mesolella, musicista eccezionale e persona splendida, chitarrasta degli Avion Travel ed autore/arrangiatore sublime .Con Fausto ed i Borbones, gruppo da lui creato, abbiamo girato nei teatri più belli d’Italia, fino al palco del primo maggio, esperienza che non dimenticherò mai, con un intervento tutto dedicato all’immigrazione ed
alla bellezza ed al bisogno dell’accoglienza.

Cos’è la musica per te in tre parole e perché ha scelto proprio queste?
La musica è salvezza, forza, verità. E’ salvezza perché per me ha rappresentato un’ancora sempre presente al quale aggrapparmi, è forza perché ti sorregge nelle tempeste della vita, anche le più terribili, è verità
perché non può e non sa mentire.

Per i profani, spieghiamo bene cos’è un vocal coach, domanda che ti avranno fatto milioni di volte ma che mi interessa chiedere.
La figura del vocal coach è abbastanza controversa; significa letteralmente “allenatore della voce”. Mi piace
più usare la buona vecchia terminologia di insegnante di canto. La mia figura è piuttosto ibrida. Nasco come
musicista- cantante, ma ho sempre avuto sin da piccola la passione per la medicina. Passione che mi ha spinto a laurearmi in logopedia e a specializzarmi nel trattamento della voce artistica. Sono una insegnante
ma anche una riabilitatrice. Questa doppia accezione mi permettere di poter offrire ad un artista un trattamento completo.

Raggiungere un proprio stile e identità, quanto è importante per un musicista?
Raggiungere un proprio stile, una propria identità è fondamentale per un musicista. Studiare, confrontarsi,
mettersi costantemente in discussione, non smettere mai di ricercare …è ciò che permette ad un artista di creare una unicità che lo rende distinguibile fra tanti. Ovviamente tutto ciò non può prescindere da un dono fondamentale il talento.

 Quali sono stati i tuoi ultimi progetti?
Il mio ultimo progetto artistico si chiama “Nunzia Bi”, è un EP con 5 pezzi scritti, arrangiati e prodotti a quattro mani col mio mentore Fausto Mesolella.Per quanto riguarda la parte didattica insegno nei Conservatori di Trapani e Benevento, ed è una professione che amo moltissimo. Ho lavorato come vocal trainer/logopedista sia nella prima che nella
seconda edizione del fortunato programma capitanato da Michelle Hunziker, All together now. E’ stata un’esperienza formidabile, e non ringrazierò mai abbastanza il mio illustre collega, il maestro Luca Pitteri, per avermi coinvolto in questa avventura. Lavorare fianco a fianco con un professionista come il maestro Pitteri ,l’effervescente e professionalissima Michelle, il poliedrico Jax, e tutta la famiglia Cenci è stato davveroincredibile. Si è creata una vera e propria famiglia, e anche il clima fra i concorrenti è stato davvero bello.
Poco senso della competizione, molta condivisione. Fortunatamente non ero tra i giudici del muro, avrei avuto moltissime difficoltà. Tutte voci assurde, emozioni a profusione, insomma…davvero un programma
fantastico.