Top-10 Nintendo games del 2016


Giunti a fine anno stiliamo una breve classifica dei 10 giochi più apprezzati dalla critica mondiale per le console casalinghe e portatili di Nintendo.

 

Difficile trarre un bilancio di questo 2016 per quanto riguarda il mercato Nintendo. La grande N da un lato si è ritrovata di fronte ad un successo inaspettato, grazie a Pokemon GO di Niantic, mentre dall’altro non è riuscita a far fronte al declino della sua WiiU.

Ben lungi dal voler fare analisi di mercato da quattro soldi, possiamo affermare che la mancanza di titoli interessanti per la console non ha certo aiutato a risollevarne le sorti durante quest’anno.

Il 3DS invece ha fatto storia a parte. Vista l’accessibilità alla console portatile ed al suo dominio sul mercato, i titoli per l’ultima incarnazione del GameBoy (lo so, non si chiama così da un po’…) sono stati abbondantissimi e per buona parte di qualità davvero sopra la media (tanto che 9 titoli su 10 di questa top-10 Nintendo sono proprio per quest’ultima piattaforma).

Senza ulteriori prediche verso la grande N eccovi la top-10 Nintendo per questo lunghissimo 2016:

 

10       Phoenix Wright: Ace Attorney – Spirit of Justice

Al decimo posto troviamo il nono capitolo della saga dell’avvocato più oppositivo del mondo videoludico. Spirit of Justice, terzo titolo per 3DS della saga, vede il ritorno di Phoenix Wright nel ruolo di protagonista e ci vede affrontare ben cinque casi. Sono inoltre disponibili tre scenari aggiuntivi, sotto forma di DLC. Una formula ormai ben testata e raffinata nel tempo, unitamente ad enigmi più complessi di quelli dei titoli passati fanno entrare questo capitolo nei 10 titoli più acclamati dalla critica di quest’anno.

09       Dragon Quest VII: Fragments of the Forgotten Past

Al nono posto troviamo invece il remake del settimo capitolo della saga di Yuji Horii e Akira Toriyama. Uscito originariamente sulla prima PlayStation nel lontano 2000 e riedito per il solo mercato giapponese ben tre anni addietro, quest’anno Dragon Quest VII è finalmente arrivato sui 3DS di tutto il mondo, mietendo ottimi voti, complice il suo game design solidissimo anche a distanza di più di 16 anni dalla sua progettazione.

08       Bravely Second: End Layer

Ottavo posto per l’ottimo seguito del già eccellente Bravely Default. Abbandonata da tempo qualsiasi velleità di divenire un seguito della quarta iterazione di Final Fantasy e abbracciata la velata ma non troppo critica sociale affiancata alla classica avventura fantasy, i Silicon Studio hanno sfornato un ampliamento sulle tematiche del loro precedente JRPG davvero ammirevole anche se a tratti convoluto a dir poco. Pare che gli amanti del primo Bravely ringrazino a tutt’oggi (End Layer è uscito lo scorso febbraio, ndr).

07       Kirby: Planet Robobot

Kirby, nuovi poteri, la stessa solida struttura di gioco e una carrettata di mech-suits dai più svariati utilizzi. Pare proprio che quest’anno i seguiti di Titanfall siano stati 2. Scherzi a parte ci troviamo di fronte ad un action-platformer solidissimo ed innovativo quanto basta a renderlo parecchio interessante anche ai fan di lunga data della serie del piccolo mangione rosa.

06       Rhythm Heaven Megamix

Se c’è una cosa che i giapponesi sanno fare meglio di qualsiasi altra è rendere la loro cultura “interessante” a noi stranieri. Pensateci un attimo, quanti di voi si sarebbero mai aspettati, guardando la prima puntata di Takeshi Castle, che un format televisivo del genere potesse essere interessante per noi seriosissimi europei? Eppure ora mandano Ninja Warrior in prima serata…

Ecco, i rhythm game sono il Takeshi Castle dei videogames. Brevi, esilaranti e completamente incomprensibili, da Wario Ware in poi hanno saputo conquistare i cuori dei videogiocatori e i voti delle riviste del settore. Non dico altro su Rhythm Heaven. Guardatevi un video se non sapete di cosa sto blaterando. Mi darete ragione.

05       Shin Megami Tensei IV: Apocalypse

Una Tokyo semidistrutta, demoni e umani che convivono non molto pacificamente, un protagonista solitario che caccia i suddetti demoni per professione e gli eventi di Persona IV sullo sfondo saranno abbastanza per creare un bel gioco?

Sembra proprio di si, se alle redini abbiamo il trio Doi – Kozuka – Kaneko, abbastanza da farlo classificare nella top-5 tra i titoli Nintendo più apprezzati di quest’anno.

04       Monster Hunter Generations

In quarta posizione troviamo l’ultimo capitolo (ad oggi) della serie principale di Monster Hunter. Pur non introducendo incredibili novità, Capcom è riuscita ancora una volta a rendere coinvolgente e tecnicamente pregevole la sua serie sui folli cacciatori di assurde belve fantastiche, raccogliendo ottimi consensi da parte della stampa specializzata e totalizzando più di 4 milioni di unità vendute sul mercato globale.

Da non perdere, se vi piace cacciare giganteschi mostri utilizzando armi ancor più sproporzionate.

03       The Legend of Zelda: Twilight Princess HD

La WiiU sta soffrendo parecchio quest’anno e pare che Nintendo se ne sia accorta, adottando l’imperativo categorico del cambio generazionale a qualsiasi costo. A riprova di ciò l’unico titolo per WiiU che si riesce a piazzare nella top-10 dei titoli del 2016 è il remake del penultimo capitolo della serie di Zelda. Twilight Princess HD è un ottimo remake di un titolo per me superlativo, ma resta purtroppo “soltanto” un remake.

Assolutamente da giocare, soprattutto per chi apprezza il lato “oscuro” della serie, questo remake riesce comunque a piazzarsi molto in alto, vincendo la medaglia di bronzo della critica.

02       Pokemon Sole & Pokemon Luna

Un nuovo mondo interamente in 3D, 30 ore di gioco principale, 802 Pokemon di cui 81 originali, una nuova interfaccia di gioco, più accessibile per tutti ed un pokemon/pokedex un filino inquietante. Tuti gli ingredienti per un nuovo, desideratissimo titolo della serie di Hal Labs., con l’aggiunta di quel tanto di chiacchiera che basta a tenere vivo l’interesse.

Dopo il boom di Pokemon GO, la serie principale si arricchisce di un titolo solido e capace di conquistare tutti, secondo posto della critica compreso!

01       Fire Emblem Fates: Special Edition

Tre giochi in uno. Fire Emblem Fates è questo e molto altro. Lanciata inizialmente come due titoli paralleli (sottotitolati Birthright e Conquest) e un contenuto scaricabile (Revelation), con trame e personaggi diversi che confluivano in quest’ultimo, questa special edition è un vero e proprio trittico videoludico del genere GDR tattico. L’impostazione fortemente giapponese della trama lo rende forse non accessibilissimo a chi è abituato agli standard narrativi eurocentrici, ma le meccaniche di gioco, prima tra tutte la permadeath, rendono questa serie davvero unica nella sua raffinatezza tattica.


Foto del profilo di Cristiano Di Salvo

Informazioni su Cristiano Di Salvo

Videogamer da praticamente sempre, mi sono fatto le ossa su titoli come Commander Keen, The Secret of Monkey Island e Dune quando ancora non sapevo cosa fosse una divisione in colonna. A più di due decenni di distanza ho imparato anche a fare le frazioni, ma la passione per il gaming è rimasta sempre la stessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci il CAPTCHA prima di confermare. *