GTA V: Ban alle Mods e ai loro creatori; i fan non restano in silenzio


Take-Two Interactive, publisher e distributrice della famosa saga di GTA o Grand Theft Auto ha colpito senza pietà i team o singoli che avevano creato programmi per modificare il gioco, pena la persecuzione penale. La risposta dei fan però è stata immediata e decisamente non silenziosa.

Grand Theft Auto è una saga video ludica estremamente importante, addirittura iconica per molti: ha sempre rappresentato un punto di sfogo creativo, un immenso mondo in cui potevi essenzialmente fare ciò che desideravi ma che non potevi fare nella vita vera. E le Mod hanno fatto parte di questa esperienza, Portando l’esperienza del giocatore ad un livello ancora più alto, permettendogli di fare tutto ciò che voleva, dal passare una giornata come poliziotto a Los Santos a impersonare Hulk mentre sparge distruzione … almeno fino a quest’ultimo periodo.

Le case responsabili del titolo hanno infatti dato il via ad una vera e propria epurazione, consegnando ai tre più importanti creatori di programmi per Mod (2 di essi modificavano anche l’esperienza online mentre l’altra riguardava solamente l’offline) una cease and desist letter” .

In pratica, questi tre elementi si sono costretti a ritirare i loro programmi dalla rete, per evitare di incorre a complicanze legali.

Le Mod sono sempre state un focolaio di scontri: da una parte molte aiutano e migliorano le esperienze di gioco; dall’altra vi è una violazione delle regole che si accettano quando si acquista un gioco.

Alcune case hanno trovato alternative per “controllare” le Mod utilizzate, altre hanno lasciato quasi completa libertà ai creatori ed altre, come in questo caso, hanno deciso per la politica del pugno di ferro.

La risposta dei fan: cala il rosso sulla valutazione di GTA 5

Tuttavia i giocatori non hanno affatto preso bene tale azioni: la comunità internazionale ha infatti creato una petizione su Change.org per riabilitare OpenIV, il programma che permetteva di “moddare” l’esperienza singol player(più di 40000 sono state già raccolte); inoltre se visiterete la pagina Steam di GTA 5 potrete notare la valanga di voti negativi che l’ha colpita, portando la valutazione ad “estremamente negativa”. Negli ultimi 30 giorni solo il 14% dei commenti è risultato positivo.

Questa azione dei fan è stata decisamente notevole, un vero e proprio boicottaggio, che potrebbe influenzare non poco le vendite dei titoli, sopratutto in vista dell’estate.

Come reagirà Take-Two Interactive ma sopratutto Rockstar Games, casa creatrice di GTA?

Qui troverete il link alla raccolta firme di Change.org:   https://www.change.org/p/rockstar-games-save-openiv


Foto del profilo di Simone Aquilecchia

Informazioni su Simone Aquilecchia

I miei primi ricordi videoludici sono mio padre che gioca al primo spyro. Fui rapito dal draghetto viola e trascinato in questo folle mondo. Assuefatto dai giochi di ruolo, ho da qualche anno aperto la mia mente agli fps. Sono un Nerd completo, con una conoscenza quasi inquietante su tanti aspetti, dai videogiochi ai fumetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci il CAPTCHA prima di confermare. *