Ciao a tutti, mi presento Sono Dardoxeno!


Ciao a tutti, oh cari lettori, sono Manuel, In arte Dardoxeno, da oggi faccio parte di questo bellissimo sito. Anche se al momento siamo poco conosciuti, noi vogliamo credere nella possibilità di diventare parte integrante delle vostre giornate, con i nostri articoli e pareri sul mondo che noi tutti tanto amiamo; quello dei videogiochi. Essendo appena entrato in questo cosmo, composto da tastiere e lettere, vorrei condividere con voi una piccola parentesi sulla mia carriera da videogiocatore, su come è iniziata, come si è sviluppata, e come ancora oggi, riempie le mie giornate.

Partiamo dalla mia prima partita a un videogioco. Ero sulle ginocchia di mio padre, quando presi in mano il rettangolare e semplicissimo controller dell Sega Master system, a schermo ricordo una scimmietta, composta da pochi pixel, con un costumino rosso e le scarpe blu. Era un gioco bidimensionale, il mio primo platform, e cavolo se era complesso. Il gioco era Alex Kidd forse non molto conosciuto dai più giovani, ma che, a pensarci oggi, fa scendere una lacrimuccia. (Fermi Stop!, se volete recuperarlo ricordo una versione Playstation uscita sullo store Sony  qualche anno fa!) Mettendo da parte scimmiette che mangiano hamburger e sconfiggono boss a suon di morra cinese, passiamo a quello che è venuto subito dopo, l’acquisto di una Playstation 1. Sono un ragazzo del 1995, e di conseguenza come quasi tutti i miei coetanei, ho vissuto l’inizio dell’era Playstation. I primi giochi che provai per la console nipponica, furono Frogger e Tekken 3, 2 giochi sicuramente famosi, per poi passare a titoli già ben più complessi, e da qui nacque la mia passione per il genere horror…DINO CRISIS.

Ricordo ancora le ore passate con mio padre a vagare per quei tetri se pur illuminati corridoi. Una base in mezzo all’oceano, un silenzio tombale, se non interrotto dal suono delle onde. Una protagonista donna, molto rara all’ epoca, capelli rossi e tuta nera, camminavo lungo un recinto, quando lo vidi, o meglio, lo vidi in seguito, un cadavere amputato, senza gambe, accompagnato da una scia di sangue che rivelava l’orrore. La mia reazione fu di stupore e disgusto allo stesso tempo, ma in qualche modo fui attratto da quella visione. Mi appassionai a quel gioco, e all’atmosfera, portandomi inconsciamente a giocare una spropositata quantità di titoli horror negli anni successivi, una passione che porto avanti ancora oggi. Dopo centinaia di titoli giocati sulla successiva Playstation 2, fu Playstation 3 ad affermarmi come “giocatore di un determinato genere di titoli” Negli anni 2007-20013 oltre al genere horror mi appassionai di titoli sparatutto, ne avevo a decine e tutti in qualche modo mi portavano via ore e ore, giocando online con amici di scuola e merende mi divertivo un mondo. Con l’arrivo di ps4, qualcosa invece cambio in me. Il cambiamento avvenne improvvisamente, quando, andato alla Games Week 2013 di Milano provai le cosiddette Console NEXT GEN….e…. fu una delusione.

Ancora oggi non so cosa mi deluse di preciso, la grafica? l’estetica? i titoli? Non ne sono certo, sta di fatto che fu il momento che passai a PC. Questo cambiamento mi apri un mondo, fatto di titoli a basso prezzo, sconti, indie e generi che fino ad allora non avevo mai giocato. Oggi sono un giocatore prevalentemente pc, amante di un pò tutti i videogiochi, però posso dirvi cosa non mi piace, ovvero I Moba e gli Automobilistici. Spero di avervi velocemente riassunto chi sono, alla fine sono un ragazzo come voi, che gioca, si arrabbia e si appassiona a questo mondo, che cerca nuovi stimoli e avventure ogni giorno. Un saluto 😉

 

Manuel.

Link Immagine – copertina Articolo: http://mantisverde.deviantart.com/art/Chibi-Regina-406759784

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci il CAPTCHA prima di confermare. *