Assegno da 287 euro dall’INPS: ecco come richiederlo anche con reddito basso

I principali detrattori del governo Draghi puntano il dito su una scarsa tutela da parte dell’esecutivo verso le categorie a basso reddito tra la popolazione oltre che verso i lavoratori messi in maggior difficoltà dal Covid negli ultimi mesi. Del resto l’obiettivo dichiarato di Mario Draghi è stato da subito chiaro, rimettere il paese in carreggiata dal punto di vista economico con l’operato di un governo tecnico per uscire dalla fase maggiormente problematica della pandemia, che sopratutto con l’aggravarsi della situazione Omicron, che ha aumentato in maniera esponenziale il rateo dei nuovi casi dopo un 2021 al “ribasso” da questo punto di vista. Ciò ha influenzato nuovamente anche il mondo del lavoro.

Invalidità parziale

Nel corso delle ultime settimane, appena precedenti alla firma sull’ultima legge di bilancio arrivata poi il 30 dicembre, hanno iniziato a circolare rumors su alcune modifiche in merito all’assegno di invalidità, nello specifico per chiunque rientrasse nella categoria degli invalidi parziali. Erano infatti state quasi annunciate annunciando restrizioni per tutti coloro che sarebbero rientrato nella percentuale di invalidità dal 74% al 99%. L’assegno di invalidità rappresenta un contributo mensile erogato per 13 volte all’anno per i lavoratori che manifestano un’invalidità che compromette il normale svolgimento delle azioni lavorative.

Assegno da 287 euro dall’INPS: ecco come richiederlo anche con reddito basso

L’INPS aveva effettivamente comunicato che l’assegno di invalidità solo per i disoccupati ma le numerose proteste hanno portato l’esecutivo ad un dietro front, ripristinando l’assegno da 287 che viene erogato in maniera automatica senza la necessità di presentare una domanda per i lavoratori che non superano il reddito annuo di 4.931, che abbiano un età compresa tra i 18 ed i 67 anni e che possano dimostrare uno stato di disabilità superiore ai 74% oltre ad essere iscritti alle liste del collocamento.

E’ possibile fare la domanda direttamente attraverso il portale dell’INPS oppure facendo richiesta in un qualsiasi Caf/Patronato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.