L’uva fa bene al colesterolo? La risposta della medicina

L’uva è il frutto della vite, nome botanico Vitis vinifera. L’uva è un’infruttescenza, ovvero è un raggruppamento di frutti detti acini che formano il grappolo. Gli acini sono abbastanza  piccoli, generalmente, e presentano un colore variabile a seconda della varietà, ad esempio possono essere bianchi, rossi, gialli. viola, giallo-dorato, e via dicendo.

L’uva è molto utilizzata in campo alimentare, sia come frutto vero e proprio e dunque si mangiano gli acini, in questo caso si parla di uva da tavola, oppure essa può essere utilizzata per la produzione del vino, un prodotto molto conosciuto e consumato nel nostro Paese e in tutto il mondo, ancora, l’uva può essere consumata secca, come nel caso dell’uva passa e, infine, dall’uva si può estrarre il succo d’uva, in questo caso la bevanda non è alcolica. 

All’interno degli acini, per alcune varietà, è possibili trovare dei semi, dai quali di può estrarre l’olio di vinaccioli.

Caratteristiche nutrizionali dell’uva

100 grammi di uva fresca apportano circa 61 Kcal. Il costituente principale dell’uva è l’acqua, essa rappresenta circa l’80,3% del prodotto, a seguire abbiamo i carboidrati, in particolar modo glucosio e fruttosio, in una percentuale di circa del 15,6%, le fibre, invece, sono circa l’1,5%, le proteine lo 0,5% ed i grassi sono pochissimi, essi sono circa lo 0,1%.

Data l’elevata presenza di zuccheri, non è consigliato un consumo abituale di uva ai soggetti in sovrappeso, obesi e diabetici.

L’uva, oltre ad apportare macronutrienti, apporta anche molti micronutrienti, in particolar modo essa è ricca di sali minerali come il potassio, il manganese, il rame, il fosforo e il ferro. Mentre tra le vitamine le più abbondanti sono la vitamina C, le vitamine del gruppo B e in particolar modo la B1, la B2 e la PP, e in ultimo è presente anche la vitamina A.

L’uva è, inoltre, ricca di polifenoli, antiossidanti, uno dei suoi principali principi attivi  il resveratolo, ma non è l’unico componente dell’uva ad apportare dei benefici.

Benefici apportati dall’uva

  • Irrobustisce la muscolatura
  • Ringiovanisce la pelle
  • Rafforza il cuore
  • Potere disintossicante e per questo motivo è molto utile per depurare il fegato
  • Decongestiona la milza
  • Contribuisce a combattere l’anemia data la presenza di ferro
  • Contrasta il virus dell’herpes
  • Stimola il sistema immunitario
  • Aiuta chi soffre di reumatismi
  • Drenante, blanda azione lassativa, molto indicata contro la stitichezza
  • Antitumorale
  • Energetica

Uva e colesterolo

L’uva, come elencato pocanzi, è un frutto che apporta moltissimi benefici al nostro organismo. Ma in caso di colesterolo alto la si può consumare?

L’uva contiene un particolare composto benefico che prede il nome di pterostilbene che, in concomitanza con la presenza di fibre alimentari, aiuta a ridurre notevolmente i livelli di colesterolo cattivo, LDL, nel sangue, a favore del colesterolo buono, HDL. Dunque, questo costituente dell’uva risulta essere molto utile per prevenire la formazione delle pericolose placche aterosclerotiche. La conseguenza è che sarà minore il rischio di riscontrate delle patologie, anche gravi in alcuni casi, a carico del sistema cardiocircolatorio.

L’uva nella dieta

Introdurre nel proprio piano alimentare l’uva è sempre una buona idea, ciò che invece non si consiglia è un suo abuso. 

Ad ogni modo, un piccolo quantitativo di questo frutto aiuta a depurare l’organismo dalle tossine in eccesso, molto consigliata anche per contrastare la cellulite e la ritenzione idrica.

La cura dell’uva prevede il consumo dell’uva al giusto grado di maturazione, si può utilizzare sia l’uva da tavola, che il succo d’uva, che però deve essere sempre preparato fresco. L’obiettivo di questa “cura” è la disintossicazione dell’intero organismo. Questa sorta di cura non deve essere seguita per più di 2-3 giorni, ciò che si può fare, però, è seguirla più volte nel corso del mese, meglio solo due volte al mese.

Si sconsiglia questa dieta a base d’uva a coloro che soffrono di ulcera, intestino irritabile, ipertensione, diabete e disfunzioni renali.

Ci teniamo a ricordare che nessun alimento ha proprietà miracolose, tantomeno l’uva, per cui si consiglia di seguire uno stile di vita sano, alimentazione corretta e attività fisica.