Il durian puzza: ecco perchè

Il durian è un frutto appartenente al Genere Durio. Ci sono oltre 30 specie di Durio, tra queste almeno 9 sembrerebbero produrre dei frutti commestibili. Il durian è molto consumato in Thailandia, in Indonesia e in Malesia, dove si trova molto facilmente, viceversa, nel nostro Paese non è un frutto che si trova sul mercato.

Tra tutte le varietà il Durio zibethinus è l’unica che è possibile commercializzare a livello internazionale, tutte le altre varietà sono vendute solo a livello locale. Il durian è considerato come il “re dei frutti“, si distingue dagli altri frutti per le notevoli dimensioni, il suo odore è molto forte e sgradevole e la buccia si presenta spinosa. Nonostante il suo cattivo odore, è un frutto dalle numerose proprietà benefiche.

Una volta aperto, all’interno del frutto vi si trova la polpa, che è ciò che si mangia di questo frutto, si tratta di una polpa dalla consistenza burrosa, succosa e che più essere molto dolce, si può consumare in varie fasi di maturazione. All’interno della polpa stessa si trovano i semi, che possono essere consumati a seguito della tostatura, anche se non è molto frequente il loro utilizzo.

Proprietà nutrizionali del durian

Il durian è un frutto ricchissimo di vitamina C, vitamina antiossidante dalle numerose proprietà benefiche. L’acido ascorbico, oltre ad essere un potente antiossidante, ha anche tante altre proprietà benefiche, come ad esempio, potenzia il sistema immunitario, in questo modo saremmo più protetti dalla tosse, dal raffreddore e varie infezioni. Molto importante anche per garantire la salute delle ossa e dei capillari, inoltre, favorisce l’assorbimento del ferro nel nostro organismo.

Oltre alla vitamina C sono presenti anche tante altre vitamine in particolar modo le vitamine del gruppo B, come la vitamina B1, la vitamina B2 e la vitamina B6.

Sempre per quanto riguarda i micronutrienti anche i sali minerali sono particolarmente presenti in questo frutto. I minerali più apportati con il consumo del durian sono il ferro, il magnesio, il potassio, il fosforo, il rame, lo zinco e il manganese.

Oltre alle vitamine e ai sali minerali, il durian, apporta anche molti flavonoidi, molto apprezzati per le loro probabili proprietà antitumorali e per i loro benefici sul cuore e sul sistema cardiocircolatorio. Il durian è un’ottima fonte di antociani, betacarotene e di triptofano, indispensabile per regolare gli impulsi nervosi.

Grassi e proteine non sono particolarmente abbondanti in questo frutto, i carboidrati, invece, sono molto presenti sia sotto forma di fruttosio che anche come fibra. Infatti il durian apporta molte fibre. Il componente principale del durian, come per ogni altro frutto è decisamente l’acqua.

Non si tratta di un frutto che può essere considerato propriamente dietetico, in quanto sono apportate circa 150 Kcal per 100 grammi di polpa. Ma ciò non toglie che se incluso in un’alimentazione sana ed equilibrata non possa essere consumato, l’importante è non abusarne.

Benefici per l’organismo

Il durian, come appena dimostrato è ricco di principi attivi, di conseguenza anche i suoi benefici sono molti. Vediamone qualcuno.

Il durian favorisce la salute dell’intestino, del fegato e del cuore. Grazie alla presenza del triptofano, la salute del sistema nervoso è preservata, inoltre, aiuta a contrastare il nervosismo, lo stress e alcuni stati depressivi. Frutto ottimo anche per il corretto funzionamento del sistema circolatorio data la presenza del potassio.

Dato la presenza di antiossidanti, è un frutto utile nella prevenzione dell’invecchiamento e dell’ossidazione cellulare. Ottimo alleato, anche per il corretto funzionamento della tiroide, per contrastare l’emicrania, la tigna, e per finire è in grado di stabilizzare i livelli di glucosio nel sangue.

Perché il durian puzza?

Il durian è un frutto con un odore decisamente sgradevole, infatti, in alcuni paesi è vietata la sua introduzione nei mezzi pubblici e il suo consumo. Il frutto, ancora chiuso, non presenta un odore forte quanto quello che si manifesta quando lo si apre. Infatti nel momento in cui si apre si sprigiona tutta la sua puzza.

Ma cerchiamo di capire perché questo frutto puzza. Il suo odore così pungente è dovuto a una produzione elevatissima di composti volatili solforosi chiamati Vsc. Il particolar modo è un frutto che produce molto acido solfidrico e solfiti volatili.

Per quanto riguarda il suo cattivo odore alcuni studiosi hanno individuato una famiglia di geni indicata come Mgl, che sta per metionina gamma-liasi, sembrerebbe essere questa famiglia di geni la responsabile di un’iperproduzione di Vsc, che determinano il cattivo odore.

Sempre secondo gli studiosi, il durian, avrebbe sviluppato questo odore caratteristico per attrarre gli animali, da cui è molto apprezzato, in questo modo si facilita la dispersione dei semi attraverso la defecazione.

Controindicazioni del frutto

Il durian non presenta molte controindicazioni, uno degli effetti collaterali  lo si riscontra nel momento in cui se ne abusa, in questo caso potrebbe determinare dei fastidi. Questo frutto è dotato di proprietà caustiche che potrebbero determinare fastidi alle labbra e alla gola, dunque meglio non esagerare.