I broccoli si possono congelare? Ecco la risposta

I broccoli sono dei fiori commestibili che si ricavano della pianta erbacea Brassica oleracea, appartenente alla famiglia delle Crucifere. Ne esistono diverse varietà, esse si differenziano anche per la zona di produzione, a seconda delle varie regioni d’Italia.

I broccoli sembrerebbero avere origini asiatiche. Nonostante ciò, oggigiorno sono particolarmente coltivati, conosciuti e consumati in molte parti del mondo. Nonostante si tratti di un ortaggio non particolarmente apprezzato dai bambini e anche da molti adulti, sarebbe meglio integrarli nella nostra alimentazione il più possibile, questo perché apportano molti benefici al nostro organismo.

E’ una verdura che può essere consumata in tanti modi differenti, può essere consumato come semplice contorno, accompagnato da un secondo, ma può essere anche utilizzato per condire delle paste, come vellutata, o comunque per preparare molte ricette sfiziose.

Caratteristiche nutrizionali dei broccoli

I broccoli contengono quantità abbondanti di vitamina C, conosciuta anche come acido ascorbico e contengono anche la vitamina A o retinolo, oltre a queste vitamine, che risultano essere le principali vi sono anche quantitativi, seppur minori, di vitamine del gruppo B e vitamina E.

Oltre alle vitamine sono presenti anche molti polifenoli, clorofilla e sostanze antiossidanti.

Dal punto di vista dei sali minerali, i broccoli, contengono buoni quantitativi di magnesio, fosforo e ferro.

Tra i carboidrati maggiormente abbondanti nei broccoli, oltre al fruttosio, sono presenti elevati quantitativi di fibre. Le fibre sono fondamentali per il nostro organismo, sia perché hanno effetti benefici nei riguardi dell’intestino, favorendone l’equilibrio e la regolarità, ma non solo. Infatti, le fibre sono molto utili anche per la loro capacità di aumentare il senso di sazietà e per ridurre l’assorbimento di zuccheri, grassi e colesterolo.

Le proteine sono presenti, non in quantitativi elevati e inoltre sono a basso valore biologico, i grassi sono pressoché assenti.

Un aspetto molto importante da tenere ben a mente, è che, i broccoli sono ricchi di nutrienti idrosolubili, quindi con la cottura in acqua bollente una buona parte dei nutrienti andrà persa, sarebbe molto meglio consumarli crudi quando possibile o magari cotti a vapore, in questo modo i nutrienti resteranno inalterati.

Calorie apportate dai broccoli

Per quanto riguarda l’energia apportata dal consumo di broccoli, si può dire che non sono dei vegetali particolarmente energetici. Hanno una densità calorica bassa, molto adatti nelle diete ipocaloriche. Essi apportano 20-30 kcal per ogni 100 grammi.

I broccoli si possono congelare?

La risposta è si! I broccoli possono essere congelati, anzi in molti casi è proprio consigliato questo tipo di conservazione. Quando si acquistano più verdure di quante ne riusciamo a consumare, conservarle in frigorifero permetterà di conservarle per un periodo abbastanza breve, invece, se conservate in congelatore potranno essere conservate anche per molti mesi. E’ molto importante, però, conservare le verdure, e quindi anche i broccoli, in modo corretto, così tutti i nutrienti e i principi attivi che contengono non andranno persi.

Come congelare nel modo corretto i broccoli?

  1. PULIRE I BROCCOLI PRIMA DI CONGELARLI

Prima di congelare i broccoli è molto importante pulirli preventivamente al fine di avere un prodotto sano e commestibile dopo lo scongelamento. Basterà eliminare, quanto presenti, le parti danneggiate del vegetale, poi andiamo a tagliare le infiorescenze lasciando anche in parte il gambo, la parte più tenera. In ultimo bisognerà lavare accuratamente i broccoli con acqua corrente, in questo modo si potranno eliminare il terriccio e i piccoli insetti presenti.

2. SBIANCHIRE I BROCCOLI

Dopo aver lavato i broccoli, bisognerà portare ad ebollizione dell’acqua salata. Sbianchire è un termine che si usa in cucina e sta ad indicare una sbollentata di pochi minuti. La temperatura molto elevata dell’acqua determinerà la distruzione degli enzimi dannosi che porterebbero al deperimenti del vegetale in poco tempo.

Dopo circa 2-3 minuti in acqua bollente, preleviamo con una schiumarola i broccoli e traferiamoli in una ciotola piena di acqua fredda in modo da bloccare la cottura.

3. PREPARARE I BROCCOLI AL CONGELAMENTO

Dopo aver sbianchito i broccoli, bisogna asciugarli con un canovaccio aspettare che diventino freddi. A questo punto potremo inserirli in dei sacchetti adatti al congelamento.

Tempo di conservazione

I broccoli congelati come sopra descritto hanno una conservabilità di circa 6 mesi. Una volta scongelati saranno come freschi.

Una volta scongelati i broccoli potranno essere mangiati o cosi, o ultimare la cottura a seconda della ricetta che stiamo seguendo.