Mangiare troppo cioccolato fa venire mal di testa? La risposta della medicina

L’emicrania è il mal di testa che coinvolge la parte superiore dell’arcata sopraccigliare.
E’ un disturbo che colpisce moltissime persone e non si può escludere che possa essere scaturito anche dal consumo alcuni alimenti, specialmente se si assumono con elevata frequenza.

Secondo una classificazione internazionale che riguarda le cefalee, si possono distinguere tre tipi principali di mal di testa: primari, secondari e nevralgie craniche.

L’emicrania è una condizione che colpisce le donne più degli uomini. Le cause che scaturiscono questo particolare mal di testa non sono ancora state identificate concretamente, più che altro sono state identificate delle supposizioni, uno di queste supposizioni è che il mal di testa si scateni a seguito del consumo eccessivo di alcuni alimenti.  Nonostante non vi siano ancora delle prove scientifiche certe, non si esclude questa motivazione. Dunque è possibile che esistano degli alimenti che se mangiati senza limitazioni possono scatenare un tipo di cefalea definita come emicrania alimentare.

Alimentazione ed emicrania

Secondo degli studi abbastanza recenti stata collegata l’emicrania con il consumo di particolari alimenti. Tra questi alimenti sono da includere quelli che contengono molte amine, altro non sono che gli aminoacidi responsabili dell’aroma e del sapore degli alimenti stessi.

Le amine più note sono, ad esempio, la feniletilamina, l’istamina e la tiramina.
Sembrerebbe che nei soggetti che presentano degli attacchi frequenti di emicrania, questi amminoacidi non siano correttamente metabolizzati nel breve tempo. Quanto più a lungo le amine permangono in circolo nell’organismo, più aumenta la probabilità di manifestare dei forti mal di testa.

Il cioccolato e il mal di testa

Il cioccolato è un prodotto estremamente apprezzato sia dagli adulti che dai bambini, ne esistono diverse tipologie, tutte a base di cacao, con l’aggiunta di zucchero ed altri pochi ingredienti. E’ risaputo che il cacao, e di conseguenza anche il cioccolato, apportino molti benefici alla nostra salute. Questo è possibili dato l’elevato quantitativo di nutrienti e principi attivi contenuti nel prodotto.

Affinché il cioccolato possa svolgere degli effetti positivi sul nostro organismo, deve essere consumato in piccole dosi, in linea di massima non è consigliato un consumo che superi i 30 grammi al giorno. Quando si abusa del cioccolato, oltre a non godere di tutti i suoi benefici, si può addirittura andare incontro a delle controindicazioni. La prima sicuramente è l’aumento di peso, dunque ci farà ingrassare e in più potrebbe determinare dei forti mal di testa.

Il cioccolato contiene la tiramina, per questo motivo si è ipotizzato che anche un abuso di cioccolato potrebbe essere causa dell’emicrania. Una serie di studiosi sostengono che l’emicrania, quando scatenata da alimenti come il cioccolato, è dovuta ad un fenomeno di vasodilatazione seguito in modo immediato da una condizione di vasocostrizione.

Questa improvvisa alterazione vascolare, sembrerebbe provocare uno stress pressorio alla circolazione intracranica che si manifesta con dei forti e persistenti dolori cranici. Si tratta di dolori talmente forti che in alcuni casi nemmeno dei farmaci analgesici riescono a calmare.

Un altro fattore ulteriore che potrebbe determinare una condizione di emicrania è l’aumento dei livelli di glucosio nel sangue.

Ad ogni modo un consiglio che possiamo dare è, non eliminare del tutto il cioccolato dalla nostra alimentazione, dato che apporta molti benefici, ma di preferire un cioccolato fondente con una percentuale di cacao molto elevata e consumare delle porzioni minime, se non si abusa non ci sarà nessun rischio.