Redmi annuncia ufficialmente l’arrivo del sensore fingerprint sotto lo schermo

La casa di produzione di smartphone cinese Redmi ha annunciato ufficialmente una novità molto attesa. È pronto per la produzione di massa il sensore fingerprint destinato ad essere messo al di sotto degli schermi LCD dei dispositivi. Una tecnologia annunciata già qualche mese fa, e che doveva essere perfezionata. E sopratutto, che doveva avere tutto pronto per la produzione su larga scala. Oggi è così: Redmi ha annunciato di essere pronta alla produzione di un grande numero di questi sensori e che li inserirà negli smartphone next-gen di sua produzione.

Una piccola rivoluzione. Sarà infatti possibile sbloccare il telefono utilizzando l’impronta digitale dal lato dello schermo, e non più solo dal lato posteriore dello smartphone. La novità più importante però riguarda l’estensione della tecnologia agli schermi LCD. Fino a questo momento era possibile utilizzare il sensore fingerprint al di sotto di schermi esclusivamente OLED. Una caratteristica, quindi, che potrebbe portare la tecnologia anche su smartphone e dispositivi di fascia media, oltre che di fascia alta. L’annuncio è stato dato da Lu Weibing, Manager Generale di Redmi, sulla piattaforma cinese Weibo.

La trasmissione dell’impronta digitale dallo schermo al sensore inferiore sarà garantita da una pellicola di materiale ad altra trasmissione infrarossa, che aumenterà la potenza dell’invio della luce dal sensore sottoposto allo schermo. L’impronta digitale, riflessa nello schermo, “brilla” sul sensore, che completa l’operazione di sblocco. Il funzionamento è ben illustrato dal video diffuso da Redmi su Youtube.