Mangiare avocado con tutta la buccia: ecco la verità

L’avocado appartiene alla famiglia botanica delle Lauraceae. E’ classificato come frutto tropicale carnoso. Nonostante l’avocado appartenga al gruppo dei frutti carnosi, come ad esempio anche la mela, è palese che vi siano delle differenze tra loro, ad esempio, l’avocado contiene meno acqua, meno zuccheri e meno acidi idrosolubili, è, invece, molto ricco di grassi e di vitamina E.

E’ un frutto molto grasso. Ma, ovviamente non è un frutto da evitare del tutto, può essere consumato senza problemi, l’importante è inserirlo in una dieta equilibrata, senza esagerare, specialmente in caso di sovrappeso e obesità.

Dal punto di vista botanico, l’avocado è una drupa, raggiunge delle dimensioni notevoli, sono esternamente verdi, la buccia più essere più o meno scura a seconda della varietà, mentre al taglio è possibile notare la polpa gialla e un grosso nocciolo legnoso marroncino al centro. Quando è al punto giusto di maturità ha la consistenza burrosa e un sapore che ricorda vagamente la noce, anche se abbastanza neutro. Lo si consuma quasi esclusivamente crudo, o così al naturale oppure per la preparazione di salse, panini, insalate.

Olio di avocado

Dall’avocado di ricava anche l’olio. L’olio di avocado può essere utilizzato sia in campo alimentare che in ambito cosmetico.

  1. Quando lo si deve utilizzare per l’alimentazione lo si va a produrre sfruttando due processi produttivi, ovvero, la spremitura a freddo o anche la centrifugazione della polpa. In questo modo si mantengono inalterati i costituenti termolabili che esso contiene, come la vitamina E, gli antiossidanti, gli acidi grassi polinsaturi ecc. Quando l’olio è di buona qualità, presenta un colore verde smeraldo, questo perché è la presente molta clorofilla, mentre l’olio meno qualitativo ha un colore che tende più al giallo.
  2. Quello per la cosmesi, invece, si ricava attraverso l’estrazione con solventi ad elevate temperature.

Proprietà nutrizionali

L’avocado è un frutto molto energetico che apporta anche molte calorie. Un avocado di medie dimensioni, sbucciato e denocciolato, può apportare anche 500-600 kcal, dato l’elevato quantitativo di grassi che presenta. Oltre ai lipidi, contiene i glucidi solubili e anche proteine, che però sono a basso valore biologico.

A differenza di altri frutti tropicali nell’avocado sono maggiormente presenti acidi grassi monoinsaturi, e in particolar modo è presente anche l’acido oleico e acidi grassi omega.

Inoltre, l’avocado è ricco di fibre, non apporta colesterolo ed è ricco di fitosteroli. Può essere tranquillamente utilizzato da intolleranti al glutine e lattosio dato che non ne contiene nemmeno in tracce.

Tra i sali minerali ce ne sono alcuni più abbondanti di altri come ad esempio il potassio, il magnesio, lo zinco, il manganese e il fosforo che sono presenti in elevate quantità. Per quanto riguarda le vitamine le più abbondanti sono la vitamina B5, anche conosciuta come acido pantotenico, la di vitamina B6 o anche piridossina, folati, la vitamina K, la vitamina E e la vitamina C.

Data l’elevata quantità di nutrienti che contiene di conseguenza anche i benefici saranno molti, ad esempio ha poteri benefici sull’intestino, permette di mantenere sotto controllo i livelli di colesterolo e glucosio nel sangue, contrasta la stitichezza, apporta benefici al sistema immunitario, alle ossa, alla vista, alla pelle, insieme a tanti altri benefici.

Controindicazioni

L’avocado non ha particolati controindicazioni, ovviamente sarebbe meglio non esagerare quando si segue una dieta ipocalorica, perché potrebbe far ingrassare, evitare grossi quantitativi in caso di diabete di tipo 2, ipertrigliceridemia, ipertensione arteriosa, ipercolesterolemia.

La buccia dell’avocado si può mangiare?

In linea di massima la buccia è sempre rimossa, non è usuale il suo consumo. Ricordiamo che la buccia dei frutti, qualora non siano biologici e lavati molto accuratamente, sarebbe meglio evitare di consumarla.

Con la buccia dell’avocado è possibile fare altri utilizzi. Si possono preparare delle maschere da applicare sul viso, dato il suo effetto esfoliante, rende anche la pelle più morbida e lucente o, ancora, può essere utilizzata per massaggiare il corpo, in questo modo contrasta la cellulite.