Il broccolo contiene molte calorie? Ecco la risposta

I broccoli sono dei fiori commestibili della Brassica oleracea L., una varietà che appartiene alla famiglia delle Crucifere. In Italia, ma non solo, è un ortaggio ampiamente coltivato e consumato date le sue numerose proprietà benefiche. Ne esistono moltissime varietà, anche a seconda della zona di produzione.

I broccoli sono degli ortaggi originari dell’Asia minore ma, oggigiorno sono ampiamente coltivati in tutto il mondo, compresa l’Italia e in particolar modo delle regioni meridionali.

I broccoli hanno un sapore, molto caratteristico, abbastanza delicato ma, dipende dalla varietà. Sicuramente rientra tra gli ortaggi non particolarmente apprezzati dai bambini, dagli adolescenti e da molti adulti. Ma bisognerebbe fare uno sforzo dato che apportano moltissimi benefici per il nostro organismo.

Caratteristiche nutrizionali

I broccoli sono degli ortaggi che contengono elevati quantitativi di vitamina C, conosciuta anche come acido ascorbico, e di β-carotene. Questi non sono gli unici due principi attivi presenti nei broccoli. Essi contengono anche molti polifenoli, clorofilla che è un agente antiossidante.

Molto spesso si è attribuito al broccolo una proprietà antitumorale, in questo caso per beneficiare di questa caratteristica preventiva, sarebbe consigliato consumare i broccoli crudi.

Per quanto riguarda i sali minerali, i broccoli apportano un buon quantitativo di magnesio, fosforo e ferro. Tra le vitamine, invece, le più abbondanti, oltre la vitamina A e la vitamina C sono molte vitamine del gruppo B.

I broccoli sono anche un’ottima fonte di fibre, indispensabile per il corretto funzionamento intestinale, aumenta il senso di sazietà, previene e riduce la stipsi, modula l’assorbimento di glucosio, quindi molto consigliato anche per soggetti diabetici, utilizzati come prebiotici e per la contrastare e ridurre l’assorbimento del colesterolo.

Il broccolo contiene molte calorie?

La risposta è no. I broccoli sono degli ortaggi ottimi da inserire una dieta sana, equilibrata e ipocalorica, dato il loro povero contenuto di calorie. Infatti, 100 grammi di broccoli apportano tra le 20 e le 30 Kcal. Dal punto di vista energetico, però, i broccoli non sono molto energetici.

Le proteine, seppur leggermente superiori rispetto a quelle apportate rispetto ad altri ortaggi, sono delle proteine a basso valore biologico. I grassi sono pochi, anche se prevalentemente insaturi e tra i carboidrati, lo zucchero principalmente presente è il fruttosio. In linea di massima le calorie apportate non sono molte. Quindi possono essere consumati senza problemi, non fanno ingrassare.

Come utilizzarli

I broccoli sono molto versatili, possono essere consumati sia crudi che cotti. Sono perfetti come contorno, ma anche molto consigliati per la preparazione di vellutate, primi piatti, o anche per preparare dei secondi, insomma possono essere utilizzati per moltissime ricette.

Il consiglio è quello si preferire il loro utilizzo da crudi, ma non è molto frequente il loro utilizzo in questo modo. Siccome sono costituiti da molti costituenti idrosolubili e termolabili, una cottura prolungata all’interno dell’acqua determina una perdita non indifferente dei suoi principi attivi, per cui i benefici saranno decisamente inferiori. Meglio preferire una cottura a vapore, o al massimo una bollitura molto rapida seguita da raffreddamento immediato.

Benefici apportati dai broccoli

I broccoli sono degli ottimi alleati per:

  • Apparato respiratorio 
  • Sistema immunitario 
  • Apparato circolatorio 
  • Benessere intestinale
  • Circolazione linfatica 
  • Vista e occhi
  • Salute delle ossa

Effetti indesiderati

I broccoli contengono delle sostanze di cui si sconsiglia l’utilizzo nella fase di allattamento. Il latte tende ad assorbire in modo eccessivo questa sostanza aromatica, che di conseguenza determinerà un sapore sgradevole e intenso al latte.

Inoltre, data la presenza di molte fibre, se consumati in elevate quantità possono determinare gonfiori addominali e diarrea, non sono consigliati a chi di base già è affetto da colon irritabile.

In ultimo, si sconsiglia un consumo eccessivo di broccoli crudi a coloro che presentano problematiche tiroidee, in quanto essi contengono delle sostanze che sono in grado di interferire con il metabolismo e l’assorbimento dello iodio a livello della tiroide stessa.