Perchè dovresti mettere il miele nel caffè? Ecco tre motivi incredibili

Il miele è il prodotto che si ottiene dalla trasformazione delle secrezioni dei fiori, ovvero il nettare e delle secrezioni di alcuni insetti, la melata, ad opera delle api. Il miele viene estratto attraverso un processo noto come centrifugazione, ed è poi lasciato decantare in contenitori appositi, prima di essere immesso in vasetti pronti per la vendita.
Queste sono gli unici processi che permettono di mantenere integre tutte le caratteristiche del miele.

Il miele è un prodotto molto naturale che dovrebbe essere consumato con maggiore frequenza. E’ un alimento molto energetico composto da soli zuccheri semplici, in particolar modo fruttosio e glucosio. E facilmente digeribile e contiene molti enzimi, vitamine, oligominerali e anche sostanze che favoriscono i processi di accrescimento.

Benefici del miele sul nostro organismo

  • Azione decongestionante
  • Azione calmante della tosse
  • Determina un aumento della potenza fisica e della resistenza
  • Favorisce la salute del cuore 
  • Azione protettiva, disintossicante, stimolante e regolatrice
  • Azione diuretica
  • Azione antianemica
  • Fissazione del calcio e del magnesio

Per beneficiare di tutti questi fattori positivi per la nostra salute si consiglia di consumare 20-30 grammi al giorno di miele in sostituzione dello zucchero.

Esistono molte tipologie di miele che si distinguono per colore, aroma, gusto, zona di produzione. Si tratta di un prodotto che può essere conservato per periodi molto lunghi, anche per anni e non subirà nessun decadimento. Ogni tipologia di miele è più adatta a combattere e prevenire alcune patologie o condizioni. Vediamo qualche esempio.

  • Miele di tiglio: si consiglia il suo utilizzo in caso di nervosismo e insonnia
  • Miele di agrumi: ha proprietà antispasmodiche e sedative
  • Miele di rosmarino: in caso di insufficienze epatiche
  • Miele di castagno: ricostituente, rimineralizzante

Miele come dolcificante nel caffè

Il caffè è la bevanda più conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo. Milioni di persone consumano abitualmente il caffè. Il caffè è una bevanda dal sapore inconfondibile e dal gusto intenso.

Il caffè ha molte proprietà benefiche, ma contiene un elevato quantitativo di caffeina, una sostanza nervina che qualora fosse assunta in quantità eccessive potrebbe determinare uno stato di eccitazione.

Il caffè favorisce la diuresi e rallenta e contrasta l’assorbimento dei grassi, insieme a tanti altri benefici. Questi effetti benefici del caffè si riducono di molto in combinazione con il saccarosio, utilizzato per dolcificare. Sarebbe meglio consumarlo amaro o quanto meno utilizzare dei dolcificanti meno invasivi del saccarosio.

Uno dei dolcificanti naturali che è possibile utilizzare per rendere più dolce il caffè è il miele. E’ da dire che il miele dato il suo sapore particolare potrebbe alterare il gusto del caffè. Ma si potrebbe preferire un miele meno aromatico e utilizzare dei quantitativi minimi. In questo modo beneficeremo di tutti gli aspetti positivi sia del caffè che del miele.

Consiglio

Si consiglia di non aggiungere il miele alle bevande quando sono bollenti. Sarebbe meglio aggiungerlo quando la temperatura si riduce, dato che temperature troppo elevate sottraggono al miele gran parte delle loro proprietà benefiche.

Tre motivi per preferire il miele come dolcificante

  1. Il miele ha un elevato potere dolcificante, ma allo stesso tempo fornisce meno calorie rispetto allo zucchero bianco è un prodotto 100% naturale.
  2. A differenza di altri dolcificanti, ha una struttura semplice che lo rende facilmente digeribile.
  3. E’ in grado di fornire energia prontamente disponibile per l’organismo.