Bere acqua e curcuma: cosa succede al nostro corpo?

La curcuma è una spezia con molte proprietà benefiche. La si ritrova in commercio principalmente sottoforma di polvere gialla, anche se è possibile ritrovarla anche in capsule quando si parla di integratori alimentari.

Ciò che rende questa spezia benefica è il suo componente principale ovvero la curcumina.

Proprietà e benefici della curcuma

Potente agente antinfiammatorio. La curcuma è molto utile per prevenire e curare le infiammazioni di tipo cronico. Le sue proprietà antinfiammatorie sono state paragonate su gruppi di volontari. Il risultato è stato simile a quello dei farmaci, senza però presentare alcun effetto collaterale.

Disintossicante e antiossidante. La curcuma è un potente agente disintossicante, in particolare del fegato. Inoltre ha numerose proprietà antiossidanti che contrastano l’azione dei radicali liberi rallentando l’invecchiamento cellulare.

Abbassa il colesterolo. La curcumina previene il colesterolo ed evita che questo si depositi nei vasi sanguigni. E’ in grado di ridurre il colesterolo cattivo, mentre favorisce l’incremento del colesterolo HDL, quindi quello definito buono.

Previene il diabete di tipo 2. Utilizzare la curcuma evita che si verifichino picchi glicemici, di conseguenza è utilizzabile dai soggetti diabetici.

Effetti positivi sul cervello e sul sistema nervoso. Favorisce le capacità mnemoniche e riduce il rischio di incorrere in alcune gravi condizioni come l’ictus. Alla curcuma sono stati attribuiti anche altri benefici, come la capacità di alleviare stress, ansia e condizioni di depressione.

Come consumare la curcuma?

La curcuma è una spezia che, a differenza di altre, non viene assorbita con molta facilità. Per questo motivo bisogna fare attenzione a come la si assume. si consiglia di utilizzarla associata ad un pò di pepe nero, ancora meglio utilizzarla abbinata ad un grasso, come ad esempio l’olio. E deve essere consumata cruda, dato che l’esposizione al calore potrebbe danneggiarla.

Bere acqua e curcuma al mattino, quali effetti ha sulla salute?

Dà un impulso al nostro sistema immunitario

I componenti della curcuma stimolano il nostro sistema immunitario e ne riducono il rischio di infezioni. Bere acqua e curcuma con regolarità, soprattutto nei mesi più freddi quando si è soliti ammalarsi di più, è consigliabile per difendersi dai vari virus.

Migliora la digestione

La curcuma stimola la cistifellea a produrre un quantitativo maggiore di bile e altri enzimi digestivi favorendo la digestione durante il corso della giornata.

Bilancia i livelli di zucchero nel corpo

La curcuma aiuta il corpo a smaltire e bilanciare gli zuccheri che introduciamo attraverso il  cibo, prevenendo i picchi glicemici nel sangue.

Aiuta a perdere peso

Bere acqua alla curcuma ostacola l’accumularsi del grasso nel corpo. Favorisce la perdita di peso.

Riduce l’infiammazione

L’acqua con l’aggiunta della curcuma ostacola i processi infiammatori specialmente quelli legati alle articolazioni. Dunque va a prevenire e/o alleviare il dolore alle articolazioni e l’artrite.

Migliora la salute e la carnagione della pelle

La curcuma ha tantissimi benefici anche per la pelle. Purifica il sangue e favorisce la rimozione delle tossine accumulate in quest’ultimo. La curcuma ha anche proprietà antiossidanti, per cui la pelle è protetta dall’azione dei radicali liberi, e allo stesso tempo dona luminosità alla pelle.

La curcuma protegge le cellule cerebrali

La curcuma riduce le possibilità di sviluppare la malattia neurodegenerative come l’Alzheimer. Inoltre, la curcuma riduce anche l’infiammazione dei tessuti neurali, e svolge un’azione curativa per lo stress, l’ansia e condizioni di depressione.

Riduce il rischio di cancro

Il consumo regolare di curcuma può ridurre di molto il rischio di cancro.

Conclusioni

Consumare acqua e curcuma con regolarità può avere degli effetti benefici sulla nostra salute, si può aggiungere anche succo di limone per aumentarne i benefici.

In caso di patologie particolari, allergie, presenza di calcoli biliari, malfunzionamento nella coagulazione del sangue etc, si sconsiglia l’utilizzo della curcuma.