Natale è alle porte …e lo stomaco bussa!

Inutile nasconderlo,al solo pensiero di pregustare le leccornie natalizie,la nostra testa sbanda le papille gustative si moltiplicano come i pani e i pesci,lo stomaco accoglie ed il fegato …martella chiedendo già pietà!

E allora ecco pronto un “salva vita” dietetico da adottare due settimane prima del fatidico 24/25/26/27 …e cosi via fino a dopo la Befana.

Prepariamo l organismo introducendo cibi facilmente digeribili,con pochi zuccheri complessi a favore dei tanti liquidi magari aromatizzate,come le acque al sapore di…che il mercato offre.

Diamo la precedenza al pasto mattutino,accompagnando il nostro primo caffè o caffe/latte sostituendo il saccarosio con del miele ed in più una barretta ai cereali. In questo modo,a meno che non si svolga un lavoro dove l impegno fisico supera quello mentale,riusciamo ad arrivare alle 11 con la giusta carica di energia

Eccoci allo spuntino di metà mattina dove ci possiamo concedere un succo di pura frutta o uno yogurt e se proprio non resistiamo e siamo in pausa al bar coi colleghi,abbiniamoci un piccolo cornetto.

Per il pranzo,prediligiamo una porzione di pesce a scelta magari aromatizzato alle spezie/erbe con contorno libero di verdure alla griglia e senza bandire se si vuole,un bicchiere di bianco. Evitiamo la frutta di fine pasto,già di per se fermenta…abbinata ad altri cibi triplica l effetto e rallenta la digestione.

Spuntino/aperitivo,ebbene si possiamo concederci un mini tramezzino sorseggiando mezzo calice di prosecco con gli amici/colleghi.

Eccoci giunti alla sera: evitiamo il pane ma accompagniamo un bel piatto di affettati misti con un pacchetto di crackers( 4 crackers sono 16 gr di carboidrati) in abbinamento ad un insalata di scahlie di parmigiano e noci magari con dell olio aromatizzato al tartufo

Questi sono degli accorgimenti per arrivare al 24 sera  con 2/3 chili in meno,con meno frustrazione e  sopratutto,meno sensi colpa.