Instagram ha cambiato le regole di sicurezza: vietato ai minori di 13 anni!

L’applicazione Instagram, ha deciso di cambiare la sua policy a seguito delle vicende accadute a Tik Tok. Il social network Tik Tok, in voga per il momento fra i teenagers, è stato citato in giudizio per aver raccolto dati sulla posizione degli utenti ed esposto i dati personali dei minori di 13 anni, violando le leggi sulla protezione della privacy sui minori. La violazione consiste nell’aver raccolto dati personali degli utenti giovanissimi, come nomi, cognomi, email, indirizzi e foto, in violazione della legge americana, del 1998, che protegge la privacy.

L’applicazione più scaricata del pianeta ha ricevuto una multa di 5,7 milioni di dollari, la multa più salata negli USA! Intanto che Tik Tok è sotto i riflettori per i suoi continui iscritti, Instagram impara la lezione: decide di cambiare la policy chiedendo l’età ad ogni utente, che non verrà mostrata alle altre persone. Tempo addietro il social Instagram non aveva mai richiesto l’età dei suoi nuovi iscritti perché era un luogo dove esprimersi con libertà e senza impedimenti, oggi se non hai 13 anni non puoi più iscriverti su Instagram.

L’obiettivo di Mark Zuckerberg ? In primis vuole tutelare i minori affinché i social siano dei posti sempre più sicuri e affidabili anche per i più piccoli, sicuramente queste modifiche rappresentano un avanzamento per proteggere e salvaguardare i millenials, ma non si fermeranno qui, sono in atto nuove modifiche per aumentare ancora i livelli di protezione, incentivando i più giovani a sfruttare i vari strumenti di verifica dell’account e della privacy che Instagram propone.