SPECIALE PlayStation VR – IL SONARO


Ormai ci siamo! Mancano solamente 2 giorni al d-day del mondo videoludico su console: l’uscita ufficiale del PlayStation VR.

Il 13 Ottobre farà la sua comparsa sugli scaffali il visore per la realtà virtuale di Sony, accompagnato da diversi titoli a sfruttarne le caratteristiche (potete leggere l’approfondimento sui titoli in uscita QUI).

Recentemente sono stato invitato ad un evento al PlayStation Dome di Milano per provare in anteprima (e soprattutto senza file) il visore e molti dei titoli presenti al lancio (più una piccola sorpresa).

Prima di parlare dei singoli giochi, permettetemi di fare una piccola panoramica sul visore stesso.

Il PlayStation VR è a mio parere la periferica per la realtà virtuale più comoda tra quelle da me provate, come l’Oculus Rift o l’HTC Vive.

La struttura di sostegno che poggia sulla testa è morbida e dà la possibilità di regolare in modo molto preciso la tensione di tenuta.

La scocca che ospita il visore è inoltre sufficientemente spaziosa da poter essere usata senza problemi da chi, come me, usa gli occhiali.

Altra nota lieta è rappresentata da un’estrema precisione nel rilevare i movimenti della testa e da un livello di immersione coinvolgimento che mai era stato visto su console.

Devo però riportare un livello di dettaglio grafico molto inferiore alle mie aspettative.

L’immagine su tutti i titoli da me provati risultava abbastanza scarna dal punto di vista delle texture e leggermente sfocata, nonostante la regolazione del campo visivo fosse corretta.

Dopo aver parlato della periferica, soffermiamoci ora sui giochi da me provati tra un panino con salmone e uno alla nutella, gentilmente offerti dagli organizzatori.

EVE: VALKYRIE VR

EVE: Valkyrie VR

EVE: Valkyrie VR

Il primo titolo da me provato è questo simulatore di battaglie spaziali che non ha bisogno di presentazioni.

Controlli intuitivi, immersione totale ma anche un po’ di confusione dovuta al fatto di potersi muovere in tutte le direzioni nello spazio.

RIGS: MECHANIZED COMBAT LEAGUE

RIGS: Mechanized Combat League

RIGS: Mechanized Combat League

Gioco di combattimenti su Mech pesantemente armati in arene sparse in giro per il mondo.

Anche in questo caso molto buoni i controlli e la reattività dei movimenti del visore.

Il titolo più divertente tra quelli da me provati.

PLAYSTATION VR WORLDS: OCEAN DESCENT

Ocean descent

Ocean descent

Simulatore di immersione e esplorazione di fondali oceanici. Molto ben realizzato tecnicamente ma povero a livello di gameplay, nonostante la presenza di molte creature marine anche pericolose come gli squali.

DRIVECLUB VR

Driveclub VR

Driveclub VR

Versione aggiornata per la realtà virtuale del bellissimo gioco di guida di Evolution. Graficamente molto bello (inferiore comunque alla versione normale) e curato nei dettagli. Poter osservare l’abitacolo della Ferrari 458 Italia (cercando di non perdere di vista la strada) girando la testa è stato molto appagante.

Giocato poi con volante e pedaliera è uno spettacolo. Peccato che la demo provata fosse a livello di difficoltà “bambino con automobilina a pedali”.

UNTIL DAWN: RUSH OF BLOOD

Until Dawn: Rush of blood

Until Dawn: Rush of blood

Sparatutto su binari ispirato al mondo di Until Dawn giocabile attraverso i controller PS Move a simulare le armi.

La demo prevedeva un solo livello molto frenetico dalle atmosfere spiccatamente disturbate (quarti di maiale appesi, clowns e sangue a non finire).

Anche in questo caso i movimenti della testa sono molto precisi e permettono di schivare gli ostacoli presenti senza difficoltà, così come il movimento delle braccia rilevato attraverso i controller Move.

RESIDENT EVIL 7: BEGINNING HOUR

RE7

RE7

Sorpresa dell’evento è stata sicuramente la possibilità di provare la demo Beginning Hour di Resident Evil 7, uscita da qualche tempo per PS4, PC e Xbox attraverso il PS VR.

Dopo una velocissima calibrazione del visore e presa confidenza con uno strano sistema di utilizzo della levetta destra (rotazioni di 30° ad ogni spostamento della stessa), veniamo catapultati all’interno dell’inquietante casa.

Prima cosa che salta all’occhio è un pesante downgrade grafico rispetto alla versione originale, compensato però da un livello di coinvolgimento eccezionale.

Avendo già provato la demo ero a conoscenza di quello che sarebbe successo, ma si notava l’ansia che le persone che lo provavano per la prima volta percepivano mentre si addentravano lungo i corridoi.

Ad evento e panoramica conclusa è arrivato il momento di tirare le somme.

Il PS VR è una rivoluzione, che piaccia o no.

Se si è disposti ad accettare un livello di dettaglio inferiore (nell’attesa di vederlo all’opera collegato a PS4 PRO) rispetto ad una TV FullHD, si viene ripagati da un’immersione senza precedenti.

Il mio consiglio, che potrà sembrare banale, è di provarlo prima di acquistarlo a scatola chiusa, altrimenti le aspettative potrebbero essere disattese, soprattutto quelle dei fanboy accaniti.

Buon divertimento!

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci il CAPTCHA prima di confermare. *